News

SALUTO DI INIZIO ANNO

Pubblichiamo la lettera di inizio anno che la Preside Galbiati ha scritto alle famiglie e ai docenti di medie e superiori.

 

«Carissimi Genitori, Alunni e Colleghi, 

è iniziata la scuola e da ogni dove si sente parlare di disagi, strutture inadeguate e disservizi, ma voglio dire a voce alta: “La scuola è finalmente ricominciata in presenza, il rapporto educativo e didattico con i nostri ragazzi ha ripreso il suo posto d’onore”.

Che meraviglia vedere e incontrare gli alunni e scorgere nei loro sguardi quella ricerca di affezione che per mesi è stata schermata da un monitor. Ti cercano come tu cerchi loro e ne rimani sorpreso perché la realtà è come sempre più grande della tua stessa immaginazione. Li scorgi cresciuti, qualcuno con un piercing al naso, alla bocca, qualcuno dimagrito, ingrassato e non fai altro che ripensare a quanto è stato importante averli “tenuti dentro” in quei mesi in cui tutto sembrava perdersi in un vortice. Ci siamo stati per loro così come loro per noi. Ci siamo fatti compagnia e la loro presenza è stata occasione per guardare avanti con una speranza che ha trovato fondamento nella preghiera del santo Padre in Piazza San Pietro. Non vogliamo che tutto torni come prima ma che il nostro “stare insieme” sia ancora più vero e teso a guardare ciò che è fondamentale e che ci permette di essere uomini e donne liberi.

Desidero per me, i miei docenti e i miei alunni la possibilità di rischiare di più, di spendersi maggiormente per realizzare qualcosa di grande che non sia per forza “di successo” ma che sia occasione per vivere con più gusto e soddisfazione la vita, la scuola, i rapporti.

Questo desiderio non coincide con una vita tranquilla, senza problemi, anzi, li aumenta, ma quando hai la fortuna di condividere il tuo percorso con dei colleghi che desiderano la stessa cosa, tutto diventa decisamente affascinante. Non mancano le fatiche, gli scontri, i conflitti ma l’importante è confrontarsi con una prospettiva Buona, Bella e Vera.

Il nostro mestiere: il più bello del mondo!

Francesca Galbiati»